Massaggio Anti-stress

Per informazioni compila il FORM in fondo alla pagina e ti daremo tutte le indicazioni

 

Programma

  • Un po’ di storia
  • Le caratteristiche
  • L’importanza della Fiducia
  • La meditazione
  • Il primo contatto
  • Consigli generali
  • Essere insegnanti, ma anche allievi!
  • I movimenti per tutto il corpo
  • I movimenti per zone specifiche
  • la pressione su punti specifici
  • Gli effetti meccanici
  • Gli effetti biochimici
  • Gli effetti sul sistema nervoso
  • Gli effetti bio elettrici e magnetici
  • Gli effetti terapeutici
  • Gli effetti psicologici

La tecnica: la parte anteriore del corpo

  • Il petto
  • Le gambe

La tecnica: la parte posteriore del corpo

  • La pianta dei piedi
  • La schiena

Che cos’è il massaggio anti-stress

La storia

Il massaggio antistress ha le sue radici nel cosiddetto massaggio californiano chiamato anche massaggio rilassante, massaggio intuitivo  o massaggio sensitivo ed è stato introdotto in California negli anni 60. Generalizzando si può dire che questo massaggio riunisca in se elementi occidentali, come il lavoro fatto sul sistema muscolare e circolatorio e, i concetti orientali dei centri di energia e dello scambio energetico fra chi effettua e chi riceve il massaggio. È una tecnica che non ha l’obiettivo di dare risultati medici o fisioterapici, il suo scopo primario è quello di fornire benessere e distensione, ragion per cui i requisiti fondamentali per praticarlo sono la capacità di entrare in contatto con l’altro attraverso il corpo, di comunicare sicurezza e sensazione di accoglimento.

Le caratteristiche

Il massaggio antistress è un massaggio che richiede innanzitutto sensibilità e ritmi lenti, per facilitare un rilassamento più profondo.

Chi pratica il massaggio antistress effettua la maggior parte delle pressioni e delle manipolazioni adeguandole al ritmo della respirazione di chi lo riceve, infatti la respirazione di norma si regola spontaneamente, con il regolarsi del flusso energetico a opera del massaggio.

Il grado di pressione effettuata sui vari strati muscolari è in funzione delle caratteristiche del ricevente, della zona trattata e del tipo di tensione individuato.

Il massaggio antistress si addentra negli strati più profondi sia del corpo sia della mente producendo una vera e propria ricomposizione dell’unità psicofisica di entrambi, chi fa e chi riceve il massaggio.

Si tratta di una caratteristica particolarissima del massaggio antistress, dato che un atteggiamento di disponibilità al momento di applicarlo insieme alla concentrazione in se stessi, forniscono un benessere speciale e un riequilibrio energetico anche in chi lo pratica.

Un’altra peculiarità del massaggio antistress è che il contatto fisico non viene mai interrotto durante l’intera seduta, per evitare che venga ostacolato il sottile rapporto che si stabilisce fin dai primi momenti dell’applicazione del trattaemento.

Per aiutare il costituirsi di una percezione del corpo come tutto unico, vengono praticati dei movimenti con le mani che stabiliscono continuamente legami fra le varie parti trattate.

Obiettivi e risultati

La cura e l’attenzione prestati all’armonia e alla fluidità durante il massaggio, il fatto di non rompere il contatto durante una seduta, il silenzio, il ritmo, la circolazione energetica, facilitano in che riceve il massaggio la scoperta o l’aumento della coscienza del proprio schema corporeo insieme a un aumento di sensibilità di capacità percettiva sia del mondo esterno sia di se stessi.

Si può dunque concludere che il massaggio antistress tende a stimolare:

  • il riequilibrio energetico
  • il benessere
  • una profonda e sottile distensione fisica e mentale
  • l’autocoscienza della propria unità corporea
  • l’aumento della sensibilità e della capacità di percezione
  • la sicurezza è l’auto riconoscimento raggiunti grazie all’atteggiamento con cui il massaggiatore si è accostato all’altro
  • la riconciliazione con se stessi e con il mondo esterno

L’importanza della Fiducia

Durante il massaggio entra in gioco il rapporto di fiducia che si stabilisce tra il massaggiatore e il massaggiato.

La fiducia non è solo il frutto del caso o della simpatia reciproca ma, consiste piuttosto in uno stato interiore di disponibilità per tutto ciò che ha luogo nell’ambito della seduta oltre a un profondo raccoglimento in se stessi. Di fatto lo stato interiore ideale del massaggiatore e la ricettività a tutti i messaggi, a tutti i cambiamenti che compariranno man mano nel rapporto mentre, rimane ancorato a quel luogo immobile di se stesso che continua a essere il punto fermo dal quale parte l’azione verso l’altro.

Gli EFFETTI del massaggio antistress

MECCANICI

Recentemente la ricerca biologica ha dimostrato gli effetti biochimici del massaggio e nessuno più ne nega gli effetti psicologici. Gli aspetti meccanici sono di due ordini e sono strettamente legati al modo in cui vengono effettuati i movimenti.

Il primo effetto è di drenaggio dato che la pressione esercitata dai movimenti con scivolamento favorisce il reflusso della circolazione venosa verso il cuore in particolare lungo gli arti. L’azione di drenaggio viene esercitata anche sulla circolazione linfatica.

L’altro effetto meccanico del massaggio, conseguenza del drenaggio è l’eliminazione delle tossine: infatti il drenaggio favorendo un affluenza di sangue fresco produce una migliore irrorazione dei tessuti e quindi un miglior approvvigionamento di nutrimento e di ossigeno per i muscoli.

BIOCHIMICI

È stato dimostrato che per effetto dei massaggi ha luogo una modificazione dei tessuti a vari livelli. In primo luogo, e particolarmente nei massaggi profondi o riflessi, si osserva una modificazione biochimica dei tessuti soprattutto del tessuto connettivo che acquisisce una flessibilità molto maggiore.

Un’altra modificazione che si può osservare è quella che riguarda la produzione ormonale che cambia per effetto del massaggio sia per mezzo delle ghiandole disseminate sotto la pelle sia globalmente come conseguenza della diminuzione dello stress. Infine grazie alla sua azione locale superficiale il massaggio attiva i meccanismi di assimilazione e di eliminazione a livello della pelle.

SISTEMA NERVOSO

A livello della pelle esiste una grande quantità di recettori nervosi: il massaggio antistress provoca un effetto sedativo stimolando leggermente e armoniosamente l’insieme delle terminazioni nervose. Possiamo considerare la pelle come un sistema nervoso esterno incaricato di assicurare la nostra interazione con il mondo. Per questo motivo il massaggio diminuisce lo stress regolarizzando gli impatti sensoriali e favorendo l’equilibrio nervoso.

EFFETTI BIOELETTRICI E MAGNETICI

All’inizio del XX secolo è stato dimostrato che una persona malata fisicamente o psichicamente perde le sue cariche negative e si polarizza positivamente. Recentemente è stata trovata una spiegazione a questo fenomeno in seguito alle osservazioni di una differenza di potenziale tra le pareti interna ed esterna della cellula differenza che si annulla negli stati patologici.

Obiettivo del massaggio è quindi quello di ristabilire l’equilibrio interno-esterno dei tessuti e, i movimenti e le manovre,  possono essere equiparati a passaggi magnetici al di là del loro effetto meccanico di stiramento e apertura delle articolazioni.

TERAPEUTICI

Sono numerosi globali o mirati.

I principali effetti constatati sono:

  • un miglioramento della digestione
  • la diminuzione della tensione sanguigna
  • la regolarizzazione dell’eliminazione intestinali e renali
  • l’aumento degli scambi respiratori

PSICOLOGICI

È il gruppo di effetti più importante. Qui risiede l’originalità del massaggio antistress unico fra le varie tecniche a insistere sull’importanza del contatto e del rapporto fra massaggiatore e massaggiato per la distensione della persona e persino per il successo del trattamento.

Chi ha ricevuto un massaggio recupera la percezione della propria forma corporea cosa che si traduce in una maggiore sensibilità e una maggiore coordinazione.

Il risveglio della sensibilità permette alla persona che ha ricevuto il massaggio di prendere coscienza di certe necessità, per esempio, affettive e la incoraggia ad usare ogni giorno il corpo in modo che accumuli meno tensioni.

Il massaggio antistress ci da l’opportunità di renderci conto della povertà della nostra espressione affettiva per poi superarla sperimentando una sensazione di pienezza fatta di attenzione alla qualità interiore di ogni persona, di ricerca del contatto con l’altro e con l’ambiente in cui viviamo. Questa esperienza non rimane limitata al momento o alla situazione di gruppo ma viene assunta tra i bisogni della vita quotidiana.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Usa il formulario sottostante per richiedere un consulto o maggiori informazioni. Verrai contattato il prima possibile.

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo Cognome

La tua email

Il tuo numero di telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio